PRIMA SQUADRA: PESANTE SCONFITTA A TROFARELLO

PRIMA SQUADRA: PESANTE SCONFITTA A TROFARELLO
06/02/2018

Il Trofarello si aggiudica lo scontro salvezza battendo l’Infernotto per 5 reti a 1 nonostante l’impressione avuta dal campo non sia di un divario così netto fra le due squadre.
Il primo brivido è proprio per i padroni di casa quando sugli sviluppi di una punizione dalla tre quarti, battuta da Pizzolla, la sfera sfugge al portiere di casa in uscita alta ma, prima Ligregni e poi Calafiore, non riescono a spingere la sfera in fondo al sacco. Due minuti dopo è il Trofarello a capitalizzare al meglio una punizione dalla tre quarti, palla lunga in area all’altezza del secondo palo, difesa Infernotto immobile Di Nobile si inserisce da dietro e di contro balzo trafigge Ramello realizzando il goal del 1 a 0. Da li in poi si assiste a un monologo di marca Infernotto alla ricerca del goal del pareggio. Le azioni più importanti portano la firma di Ligregni, con una punizione dal limite dell’area finita a lato, Gili, con una bella girata al volo su imbeccata dalla sinistra di Rostan e parata a terra del portiere di casa e Scanavino Paolo che impegna con una punizione dai 35 metri l’estremo difensore che in volo respinge.
Alla ripresa delle ostilità l’Infernotto, al 6’, trova la rete del pareggio. A realizzarla è Ligregni che sugli sviluppi di una rimessa laterale è bravo a rubare palla al difensore centrale ed a involarsi solo verso il portiere di casa trafiggendolo con un preciso sinistro sull’uscita bassa. Al 12’ si registra un insidioso tiro dal limite dell’area del centravanti locale Di Nobile con palla che esce a lato. Al 16’ è la volta di Calafiore a provare il tiro dalla distanza, lascia partire un bolide che fa gridare al goal gli spettatori ma è bravissimo Gallino a volare a fil di palo e a deviare la palla in angolo compiendo un autentico miracolo. Al 24’ la svolta del match, l’arbitro assegna un rigore ai padroni di casa per un ipotetico fallo ai danni di Tonso che sugli sviluppi di una punizione dalla destra cade in area inducendo l’arbitro all’assegnazione del penalty. Si presenta sul dischetto Arlorio che batte rasoterra alla sinistra di Ramello che intuisce ma non riesce nella deviazione della sfera. 2 a 1 per i padroni di casa. Al 32’ arriva anche il goal del 3 a 1, calcio d’angolo battuto corto il difensore basso di destra dell’Infernotto non chiude e Favaretto si presenta sul vertice dell’area sinistra lasciando partire un bel tiro a giro che si infila a fil di palo alla sinistra del portiere ospite. Con l’infernotto sbilanciato alla ricerca dei goal per cercare di portare a casa almeno il pareggio il Trofarello, su 2 disattenzioni della difesa ospite, trova ancora il goal al 40 e al 49. Al 40 su un corto retro passaggio di Scanavino Paolo si inserisce Novara che trafigge Ramello in uscita bassa, al 49’ è Mainardi a segnare il goal del 5 a 1, su azione personale arrivato al limite dell’area cadendo calciava la palla che dopo il rimbalzo a terra assumeva una traiettoria a palombella che si insaccava alle spalle del portiere.